lunedì 27 maggio 2013

UN POMERIGGIO A ZONZO VERSO IL LAGO

Salire in macchina e andare a zonzo una quarantina di km: un ottimo modo di passare il pomeriggio!


Se vi va di scoprire quali sono i luoghi dell'anteprima fotografica cliccate QUI e venite a scoprirlo sul blog dei Viaggiatori Ignoranti!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

mercoledì 22 maggio 2013

ILLUSTRAZIONI VARIE - SOVRAPPENSIERI E GRATTACIELI

Questa è una di quelle immagini nate da chissà dove: un giorno, sovrappensiero, scarabocchiando linee sul cartoncino di una scatola di cereali, sono spuntati questi palazzi.
Chissà in quanti hanno avuto un'idea simile: grattacieli fioriti! Lo so, lo so: non sono fiori, sono piante. Quindi? Grattacieli piantati? Suona male, dai, concedetemi la "licenza poetica"!
Forse è uno strascico del lavoro di febbraio (cliccare QUA).
Forse qualche immagine simile è passata sotto i miei occhi di sfuggita, mentre mi trovavo in un altro momento di sovrappensiero, lasciando però un indelebile suggerimento.
Forse è stata qualche poesia o una canzone, sentita con poca attenzione ma che mi ha regalato un'idea.
Forse, semplicemente, mentre ero sovrappensiero vagava qualche "riflessione ecologica", non so se carica di tristezza o di speranza. Voi che dite? Interpretiamolo come un pensiero di speranza, dai, preferisco i pensieri positivi!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

martedì 14 maggio 2013

FOTOGRAFIE - INSIEME SENZA UN PERCHÈ

Di solito ogni post segue, più o meno, un tema. Stavolta proprio no, sono semplicemente alcune delle ultime fotografie che ho scattato. Ma come sempre: cliccate sulle immagini per vederle ingrandite!


Specchio, specchio delle mie brame... No, il tulipano non si sta specchiando ma, riguardando questa foto, mi è quasi sembrato!


Questo sì che è un filtro tecnologico: basta la tendina della cucina ed ecco una magica patina!

Come quando creo disegni e dipinti, più i metodi sono improvvisati e "artigianali", più mi sento soddisfatta del risultato!


Il faggio pendulo che sta a casa dei miei genitori è sempre meraviglioso e quando le foglie sono appena nate, trasparenti e luminose, stare ad osservarlo mette una gran gioia!


La camelia invece ha quasi finito di sfoggiare il suo meglio ed è rimasto a terra un malinconico ma affascinante tappeto.


L'ultima ispirazione viene dalla "noia da passeggero in automobile". Uno dei risultati è questo scatto, strano sia come soggetto che come effetto, uno "sfocato dai colori autunnali" immortalato del bel mezzo della primavera.

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

giovedì 9 maggio 2013

CRESPELLE AGLI ASPARAGI

I due precedenti post sono l'indispensabile premessa a questo, quindi:

-cliccate QUI e preparate la besciamella (raddoppiate le dosi).
-cliccate QUI e preparate le crespelle (con le dosi del link dovrebbero venirne almeno 10).


Procuratevi degli ASPARAGI, 3-4 per ogni crespella ed eliminate l'eventuale parte legnosa.Se volete andare sul sicuro raschiate i gambi ma non sempre è necessario.
Qualcuno conosce dei trucchi per capire quando va fatto e quando no? Se l'avete scrivetelo nei commenti, così sarà utile a chiunque passi di qua! Altrimenti ci tocca affinare l'istinto...

Lessateli o cuoceteli al vapore. Io uso la pentola a pressione, 5 minuti col cestello per la cottura a vapore.
In generale ho trovato indicazioni molto variabili sui tempi di cottura, dai 5 ai 20, immagino dipenda anche dal tipo e dalla coriacità degli asparagi che si stanno usando. So che esiste anche un cestello apposito per la lessatura degli asparagi. Voi che state leggendo, come li cuocete di solito? Anche in questo caso, se vi va, scrivete la vostra esperienza nei commenti!

Ma continuiamo la ricetta...
Una volta cotti gli asparagi, tagliate e frullate 4-5 cm del loro gambo e unite la crema ottenuta alla besciamella. Quando l'ho assaggiata sono rimasta estasiata!

Mettete in ogni crespella un'abbondante cucchiaiata di "besciamella all'asparago", 3-4 asparagi lessati, abbondante PARMIGIANO a scaglie (o altro formaggio che vi paia adatto) e arrotolate.

Adagiate in una teglia imburrata, versate la rimanente besciamella, altro parmigiano e passate in forno, anche solo pochi munuti, solo per far sciogliere bene il formaggio.
Vi toccherà avere un po' più di pazienza se le voltete caldissime, ancora di più se amate l'effetto crosticina. Con l'aiuto del grill farete prima ma, attenzione, passare dalla crosticina al bruciato è molto facile!

Non mi resta che augurarvi buon appetito e darvi l'arrivederci al prossimo post!

Anna
 Continua la lettura...

CRESPELLE - RICETTA BASE

Ecco una base dal sapore discreto ma dalla consistenza particolare, da farcire in mille modi diversi sia dolci che salati, da piegare in due, in quattro, da arrotolare, per fare pacchetti, fagotti...

Credo sia consigliabile una padella antiaderente, anche se non ne ho mai provate altre. Si trovano in commercio quelle fatte apposta per crêpe, col bordo basso, dettaglio che aiuta in fase "giramento"!

Per stendere la pastella vendono un utensile a "T" che qualcuno trova comodissimo. Poi c'è chi, semplicemente, "inclina e ruota" la padella. Io mi trovo bene ad usare il "sedere" del mestolino che uso per versare la pastella: verso al centro della padella, appoggio e spando con movimento a spirale.

Concluse le premesse veniamo alla ricetta!
Indico le dosi per ottenere 10-12 crespelle.
Sgusciate UN UOVO in una terrina, unite
UN PIZZICO DI SALE, sbattete e unite
100g di FARINA. Amalgamate per bene con una frusta e aggiungete 200ml di LATTE, pochissimo per volta: come per la besciamella (vedere post precedente o cliccare QUI), lavorare bene la farina con poco liquido è (secondo me) la mossa fondamentale per non avere grumi.

Coprite la pastella ottenuta con della pellicola e lasciatela riposare almeno 30 minuti.

Dopo il riposo prendete la padellina, ungetela con poco BURRO e fatela scaldare.Versate un mestolino di pastella al centro della padella e distribuitela piuttosto sottilmente. Cuocete un lato, staccate la crespella con l'aiuto di una paletta e giratela per cuocere l'altro lato.

Non scoraggiatevi se sembrerà un disastro: per qualche misterioso motivo la prima viene sempre male! Quindi consiglio di considerarla un esperimento, anche per capire se alzare o abbassare la fiamma e se allungare o diminuire i tempi di cottura per lato.

Fatta la vostra bella montagnetta di crespelle, sbizzarritevi coi ripieni!
Ho quasi pronto un post con l'ultimo che ho provato... Ecco svelato perchè negli ultimi giorni ho "postato" le ricette di crespelle e besciamella: a presto allora!

* Agli inesperti e ai pasticcioni consiglio come sempre di scorrere la colonna laterale fino a: I MIEI APPUNTI: SBAGLIANDO, QUALCOSA STO IMPARANDO!
 Continua la lettura...

LA BESCIAMELLA

Ci vuole davvero poco a farla ed è qualcosa da sfruttare in mille modi: dalla classica farcitura delle lasagne ai piccoli trucchi: perché non metterne qualche cucchiaiata qua e là, per rendere più cremosi ripieni, risotti e condimenti vari?

Le proporzioni sono:
10g di FARINA
10g di BURRO (se proprio dovete stare a dieta, potete anche metterne meno o non metterne!) 
100ml di LATTE
Q.B SALE
E, se non interferiscono con gli altri ingredienti della pietanza che andrete a fare, aggiungete
Q.B. PEPE
Q.B. NOCE MOSCATA

Io faccio sciogliete il BURRO, aggiungo la FARINA e inizio a versare pochissimo LATTE, quel che basta per iniziare a rendere il tutto appena cremoso. Mescolo bene, con una frusta, finché il composto è perfettamente omogeneo. A questo punto si dovrebbe essere al riparo dai grumi!
Quindi aggiungo ancora pochissimo latte (anche non intiepidito, come molti consigliano), amalgamo bene e via così finché il latte è finito.
Quindi metto sul fuoco medio, mescolo per i minuti che servono ad ottenere la densità che desidero, infine aggiungo SALE, PEPE, NOCE MOSCATA e... Finito!

Ovviamente con le dosi che ho scritto ne viene pochissima, moltiplicatele per ottenerne quanta ne volete. Tenete conto che: meno ne fate, prima si addensa. Ma: più ne fate, più ne avete di scorta! Potete conservarla diversi giorni in frigorifero, diventerà più solida ma basterà una scaldata, mescolando e aggiungendo un po' di latte, ed ecco che tornerà perfetta. Credo si possa anche surgelare ma personalmente non ho mai provato.

A presto con una ricetta con besciamella... Modificata!
 Continua la lettura...