venerdì 31 ottobre 2014

SEGNALIBRI - RICCIOLI AL MARE

C'era una volta un'illustrazione che non aveva uno scopo.
Un giorno, alla sua creatrice, si ruppe il computer e quando fu in possesso di un PC nuovo si mise a importarvi tutti i files che aveva saggiamente salvato su un hard disk esterno.
Ad un certo punto un'amara scoperta "Noooooo! Non avevo salvato la cartellina coi segnalibri illustrati!", dopo di che la creatrice dovette ricomporre l'archivio disperso: scansiona, modifica, impagina, salva... Scansiona, modifica, impagina, salva... Scansiona, modifica, impagina, salva...
Il destino volle che, nel mentre, le tornassero sotto agli occhi anche quell'illustrazione nata senza uno scopo e tante sue sorelline e si accorse che erano adatte a diventare nuovi segnalibri.
Fu così che la cartellina dispersa riprese vita, più ricca di prima!

In questo post, con questa sciocca (ma vera) storiella, vi presento la prima delle vecchie illustrazioni che fino a poco tempo fa erano inutilmente ammassate e che finalmente hanno un ruolo nel mondo: diventare i vostri segnalibri!


TITOLO: "riccioli al mare"
TECNICA: stampa su carta + plastificazione
DIMENSIONI: 5x17cm + plastificazione

Per l'ennesima volta, da un problema, un errore, una distrazione, è nata una buona idea. All'inizio il panico, il nervoso, il dispiacere ma alla fine si può sempre (o quasi) fare in modo che non sia solo una perdita di tempo. Fosse anche solo l'imparare a non ripetere lo stesso errore!

Arrivederci al prossimo post!

Anna
 Continua la lettura...

lunedì 27 ottobre 2014

LE ANIME DEL CARSO E DEGLI UOMINI

"Si possono scoprire luoghi curiosi, luoghi affascinanti e addirittura luoghi che trattengono un pezzetto del nostro cuore. Questo lo immaginavo.
Non pensavo invece di potermi trovare in luoghi che toccassero fino all’anima..."


Piccolissima introduzione tratta dal post dedicato al Carso che ho pubblicato su viaggiatoricheignorano.blogspot.com. Cliccate QUI per leggerlo e commentarlo!

Io e tanti altri collaboratori aspettiamo voi e la vostra curiosità.

Arrivederci al prossimo post "tra realtà e fantasia"!

Anna
 Continua la lettura...

lunedì 13 ottobre 2014

DORATI VENTAGLI DI NATURA ANTICA

Nuovo legnetto con cui giocare a "inventa un titolo" col GIARDINO DEI PROGETTI! Ci piaceva associarlo sia ai fiori di convolvolo che alle foglie di ginkgo biloba. Che indecisione! Approfondendo per trovare l'ispirazione decisiva ho scoperto che...

Il ginkgo biloba ha origini così antiche da essere definito un fossile vivente: dopo 250 milioni di anni (milione più, milione meno) è l'unica specie sopravvissuta della sua famiglia, le ginkgoaceae.

L'etimologia del nome è orientale ma la scomoda pronunciabilità non è dovuta alla lingua per noi inusuale. Se non ho capito male, il nome originale della pianta è cinese: yin xing, albicocca d'argento, in riferimento ai suoi frutti. Il nome europeo deriva però dalla definizione giapponese gin kyofrutto d'argento. Non quadra qualcosa? Già! Un errore di trascrizione avrebbe mutato ginkyo nel poco pronunciabile ginkgo. Tale definizione è stata infine accettata e completata con l'aggettivo biloba, a indicare la forma delle foglie che spesso sono, appunto, divise in due lobi. Ginkgo biloba diventa così il nome che assume, utilizzando i nostri caratteri, questa pianta.

La suggestione però porta oltre! Ad esempio, un'altra definizione per questa pianta pare sia albero dei ventagli. In effetti la particolare forma delle foglie è forse la caratteristica che più simboleggia questa pianta (probabilmente ne avrete viste svariate foto e disegni).

Anche le forme realizzate su questo legnetto ricordano quelle foglie e questo più il resto del mio curiosare mi ha finalmente suggerito un titolo:


TITOLO: "DORATI VENTAGLI DI NATURA ANTICA"
TECNICA: acrilico su legno
DIMENSIONI: 6,5x8cm circa
NOTE: parti dorate

Perchè "ventagli" e "natura antica" leghino questo legnetto al ginkgo biloba vi sarà chiaro. Ma l'oro? Solo per il fatto che ho usato dell'acrilico dorato? No! D'autunno siamo affascinati dalle trasformazioni cromatiche di molte piante ma il giallo "dorato" delle foglie di questa pianta è uno di quelli che più incanta e quindi il "dorato" che sta nel titolo è anche un altro richiamo alla pianta di cui vi ho appena raccontato qualcosa.

Spero vi siate incuriositi e continuerete a scoprire dettagli su questo albero speciale, intanto io vi saluto e... arrivederci al prossimo post!

Anna
 Continua la lettura...