Lo studio della biologia... artistica!

Il progetto a cui dedico questo post mi ha permesso di riscoprire una certa curiosità verso argomenti apparentemente molto lontani dal fare arte, dico apparentemente perché credo che, in modi più o meno diretti ed evidenti, ogni ambito si possa collegare agli altri e che, certamente, possa regalare artistici (e magari deliziosamente insoliti) spunti.

Miniquadro-segnalibro / pirografia su legno / 3,5x16,5 cm circa

In questo caso mi è stato chiesto di realizzare uno dei miei "mini quadri - segnalibro" per una ragazza di noma Sveva, studentessa di biologia e particolarmente appassiona di genetica, quindi il desiderio del committente era che la decorazione richiamasse il tema "DNA".

Utilizzare le due catene di elementi che formano doppia elica come protagonisti dell'immagine è stata una scelta quasi scontata ma non poteva essere tutto lì. Ci voleva almeno uno sfondo e mi sono venuti in mente gli esagoni: sono strutture fondamentali in molti ambiti e li troviamo anche in biologia (vi ricordate dove li avevo già usati? Cliccate Il rosso va con tutto - o era il nero?); ho trovato l'ultimo dettaglio per completare la scena chiedendomi cosa siano le barrette che spesso vengono schematicamente disegnate ad unire le due catene: sono i legami tra quattro basi azotate: l'adenina che si accoppia con la timina e la citosina che si accoppia con la guanina; è la successione, variabile, in cui queste si dispongono a creare il codice genetico. Ecco cosa sono le lettere che arricchiscono lo sfondo di questa decorazione: timine che tengono per mano adenine (T-A) e guanine che tengono per mano citosine (G-C).


È facile perdersi se non si ha familiarità con certi argomenti, se siete arrivati a leggere fin qui e vi sentite storditi sappiate che lo sono un po' anche io! Comunque mi dicono che il regalo è stato apprezzato, quindi credo d'essere riuscita a capirci qualcosa ed aver realizzato un oggetto personalizzato ed insolito ma anche sensato! Spero che Sveva avrà occasione di leggere come è nata questa piccola opera a lei dedicata e che mi correggerà se ho scritto qualche stupidaggine. Verrò promossa? Chissà!

Sul retro della mini opera ho pirografato un pensiero che io e Mario, il committente, abbiamo composto per Sveva ma almeno la dedica non la rivelo: non è un pensiero che degli estranei non possano apprezzare ma mi piace che almeno un po' del regalo resti tra committente e ricevente. E me, he he he he he...!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

Stato dell'opera: eseguita su richiesta, se vuoi puoi commissionare una anche tu!
Per maggiori info contattami o visita gli shop, sarò lieta di darti info, senza impegno.

Commenti

  1. Complimenti, è un bellissimo segnalibro. È una tecnica che ho usato qualche volta a scuola, davvero molto bella. Buon pomeriggio.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa!
      La tecnica è sconosciuta a molti, eppure non sei la prima che mi dice d'averla usata a scuola. O siete pochi fortunati ad aver sperimentato anche quella o in molti hanno la memoria corta, chissà! 😜

      Elimina
  2. Brava, fa piacere che tu faccia questi lavori, tra fantasia e realtà, scienza e fantascienza e avendo potuto apprezzare direttamente un tuo lavoro, posso capire di più cosa si prova, forse ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alli, stare tra realtà e fantasia è proprio la mia dimensione!
      Sicuramente puoi capire cosa si prova a ricevere un'opera creata apposta per sé, anche io tempo fa ne ho ricevuta una che un'amica ha commissionato ad un artista ed è qualcosa di speciale! Come sai, forse proprio perchè capisco bene cosa si prova, mi emoziona ed onora essere complice di questi regali!

      Elimina
  3. Una creazione bella e, direi, anche molto elegante per la sua finezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Macchiaiolo, grazie per i complimento, in effetti l'andamento dell'elica aiuta a donare una certa eleganza all'insieme!

      Elimina
  4. Una piccola ma grande opera, complimenti Anna.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. Ciao Anna, mi piace il soggetto e trovo interessanti i piccoli ed infiniti particolari.
    Un mondo condensato in pochi centimetri, ottimo.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Romualdo, in effetti questo disegno rappresenta qualcosa di enorme ma è piccino e, anche se la spiegazione rivela una gran complessità (e non è che un inesperto riassunto), visivamente è composto di pochi e semplici elementi. Quasi incredibile, non ci avevo riflettuto!

      Elimina

Posta un commento

Vuoi commentare e non hai un account?
Puoi scegliere Anonimo (e magari firmare il messaggio) o, se vuoi linkare un tuo sito o social o altro puoi scegliere Nome/URL e inserirne l'indirizzo!

Visita lo SHOP o CONTATTAMI per ACQUISTARE, COMMISSIONARE ed INFO (senza impegno).