giovedì 31 agosto 2017

RICORDI E RITORNI TRA I SENTIERI DEL CARSO

Il mio mostrarmi sul web è principalmente dedicato al far conoscere le mie mani che giocano con forme e colori ma mi piace anche fotografare ed è per questo che, se m'incontrate dal vivo in un luogo ameno, sarò quasi certamente tra quelli che gironzolano alle prese con una fotocamera (se sto inquadrando un comignolo passate pure senza abbassarvi! In quanti lo fanno, he he he...) e non una misteriosa artista appollaiata con album e matita.
Un'ottima scusa per non mostrarmi all'opera, essendo che ancora m'imbarazzo se qualcuno mi osserva creare e un po' m'imbarazza anche essere osservata mentre fotografo; in certi frangenti sono un'introversa senza speranza!

TITOLO: frammenti di viaggio III
ISPIRAZIONE: sentieri storici sul Monte San Michele (GO)
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 10x15cm circa
FINITURA: impregnante all'acqua e cera

Sorvolando sui problemi d'insicurezza, c'è una promessa che mi faccio ogni volta che visito e fotografo un luogo speciale: unire, infine, l'arte fotografica e quella pittorica, ispirandomi a qualche scatto per poi creare. Devo però confessare che raramente mi è capitato di mantenere questa promessa, sempre distratta da infinite piccole e grandi cose da fare e da innumerevoli idee alternative.

S'avvicinano nuove vacanze e la promessa che già bisbigliava all'orecchio è stata mantenuta, un po' in... anticipo o ritardo? Perché le vacanze devo ancora farle ma una delle mete sarà il Carso friulano, terra dove ho "lasciato l'anima" (vi invito scoprire perché leggendo il mio post di viaggio "Le anime del Carso e degli uomini", cliccate QUI) qualche anno fa e siccome vorrei portare dei doni alle persone che rincontrerò ho pensato di creare due quadretti dedicati ai loro luoghi.
Forse questa dinamica è anche la più positiva: il ricordo è spesso malinconico mentre in questa occasione ho cercato ispirazione, tra le vecchie fotografie, carica della felicità di tornare!

Sentieri del "Museo all'aperto del Monte San Michele e San Martino del Carso"

Ho quindi deciso di tentare le mie prime pirografie paesaggistiche; fino ad ora mi ero dedicata a motivi decorativi, simbolici, fantasiosi ma eccomi stavolta a cimentarmi in qualche "cartolina" quasi realistica. Sì, quasi: creo "tra realtà e fantasia", no? A qualcuno sembrerà una scusa per non ammettere una scarsa bravura nel riprodurre, ad altri sembrerà interessante personalizzazione... comunque, io vi mostro la mia pirografia e qualunque sia la vostra impressione spero che vi sia piaciuto guardarla e che vi abbia trasmesso un po' del fascino di luoghi a me cari. Vi mostro anche la fotografia a cui mi sono ispirata, scattata lungo i sentieri della Grande Guerra sul Monte San Michele (GO), dove ci si immerge in un periodo storico che trafigge il cuore, accompagnati però da una briosa natura.

Se effettivamente vi ho incuriositi ricordatevi di cliccare il link che vi ho lasciato qualche riga più su e se volete vedere altre ispirazioni artistiche a tema vi do l'arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

12 commenti:

  1. Ciao Anna, mi piace molto la tua evoluzione paesaggistica, hai saputo inserire con estrema delicatezza un’atmosfera poetica.
    I toni malinconici si fondono con una sensazione di pace e serenità (sembra un controsenso e probabilmente lo è, ma è questo che mi trasmette il tuo “legnetto”) creando un paesaggio d'altri tempi.
    L'imbarazzo che si prova quando si crea è naturale per chi riflette nei suoi lavori la propria personalità, spesso chi si "esibisce" si concentra sulla forma trascurando inevitabilmente la sostanza.
    Complimenti, buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Romulaldo, in effetti può sembrare un controsenso ma capisco la tua sensazione, a volte i due sentimenti (pace e malinconia) sono slegati da sottili differenze mentre altre volte le differenze sono così sottili che si fondono! Qui, forse, mettendoci del mio ho disegnato con entrambe, altalenando tra le vicende sgradevoli che quei luoghi testimoniano e la giovane e briosa vegetazione che ora li avvolge.
      La pirografia poi, col fondo legnoso, dona sempre un'atmosfera insolita!
      Grazie per aver colto anche la sottile differenza tra esibire e mostrare.
      Un caro saluto!

      Elimina
  2. È molto bello e trovo che la tecnica della pirografia (non litografia, eheheh) si adatti perfettamente al soggetto! Il bosco acquisisce un aspetto seppiato e misterioso da foto retrò. Magari ci starebbe bene anche qialche folletto lì in mezzo 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Heheheh.... Vele oramai "piro" è nelle tue dita, automatico, finirà magari che sbaglierai a digitare parlando con un litografo! 😅
      L'effetto retrò del legno bruciato crea sempre un'atmosfera speciale e in questo caso ricorda una cartolina d'altri tempi, è vero.
      I folletti si troverebbero bene lì, tra le trincee meno visitate e la boscaglia e magari qualcuno era lì ad osservarmi mentre gironzolavo e fotografavo!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Viviana grazie per il tuo prezioso apprezzamento!

      Elimina
  4. E' bellissima la tua pirografia, e la prima cosa che ho pensato è che sei una che sa vedere oltre !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graaaaaazie Jane! Questo paesaggio mi smuove veramente tanto le sensazioni, sono entusiasta di essere riuscita a far trapelare qualcosa "in più" disegnando. "Vedere oltre" credo sia l'imput fondamentale per creare e scoprire che anche chi osserva una mia opera vede quell'oltre è magnifico!

      Elimina
  5. Anna cara la tua creazione è bellissima e ci parla della natura con immediatezza e allegria, ripensando poi al luogo ispiratore vengono in mente altre tristi cose purtroppo.
    Mi piacerebbe vedere qualcuno sbattere nella tua fotocamera , sarebbe divertente. Foto, creazioni, pittura che mondo fantastico e quanto sono inadatta ad interpretarlo con la manualità..peccato! Bacio speciale mia cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha, Nellina, ci vorrebbe però un altro fotografo nei dintorni pronto ad immortalare il buffo scontro!
      Aaaaaaah... che bello sognare di possedere le doti altrui! Quante volte grazie all'immaginazione mi destreggio in arti e mestieri che non m'appartengono!
      Un sognante saluto, alla prossima!

      Elimina
  6. La tua pirografia è stupenda, la natura ispira grandi capolavori.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La natura è sempre un'ottima fonte e stavolta si miscela alle emozioni vissute, meglio di così non si può! Ciao Cavaliere e grazie!

      Elimina

Grazie della visita a tutti i curiosi!
Vi va di commentare ma non avete un account tra quelli proposti? Scegliete "Anonimo" e ricordate di firmarvi!
Se avete uno spazio web scegliete "Nome/URL" e inseritene l'indirizzo, così verrò a curiosare.
Scegliete un profilo e chiacchieriamo, se vi va!