giovedì 22 settembre 2016

COME UN GIGLIO CHE CHINA IL CAPO

"...ha il collo lungo sempre languido incapace di sostenere il peso del capo"

È questa l'ispirazione che mi ha stuzzicato le idee per il secondo legnetto a tema "liliacee" e si tratta, come per la precedente creazione pubblicata, di un frammento di una frase riportata da Alfredo Cattabiani nel suo Florario, stavolta una frase di Plinio.


ISPIRAZIONE: giglio
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 7,5x14 cm circa
NOTE: finitura a cera

Cattabiani cita Plinio anche per accennare alla vicinanza odorosa tra giglio e rosa e solo una decina di giorni fa proprio quella fragranza mi ha colpita: ero entrata in una chiesa per ammirarne le decorazioni e sono invece stata travolta dalla dolce invadenza dei bianchi gigli nei pressi dell'altare, il cui profumo riempiva l'ambiente fino all'ingresso.
Non era la prima volta che sentivo quell'odore ma non l'avevo mai fissato nella mente ed è speciale che ciò sia avvenuto durante le vacanze tra due legnetti di liliacea ispirazione, quello precedente e quello che vi sto mostrando in questo post.

Ed ora, ancora ispirata da fotografie, letture e fragranze, vi do l'arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

10 commenti:

  1. Ciao Anna, proponi sempre delle interessanti curiosità abbinate alle tue "piccole"(nel formato) opere d'arte.
    In questo caso il bellissimo "legnetto" è affiancato dalla descrizione del profumo dei gigli, descrizione che da la sensazione di sentirne l'essenza.
    Buona serata.
    Romualdo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Romualdo, dopo l'incontro dal vivo è stato inevitabile parlare del profumo (davvero travolgente) ed il fatto che fosse contenuto un riferimento ad esso nella citazione che già mi aveva ispirata (anche se in un altro frammento) è una coincidenza perfetta!

      Elimina
  2. Con questo sistema della pirografia nel realizzare i tuoi "legnetti" stai creando veramente delle piccole opere d'arte. Adoro quel colore bruno e caldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Krilù!
      Ed è proprio vero quel che osservi, questa tecnica è "calda" nell'utilizzo ma anche nel risultato, regala dei toni davvero speciali ed anche che sanno di antico e di naturale... eh già, la pirografia mi ha proprio conquistata!

      Elimina
  3. Complimenti per la tua rielaborazione visiva ed 'olfattiva'! Un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un caro saluto a te Silvana e grazie mille per i complimenti!

      Elimina
  4. Ciao Anna. In un'epoca dove si vendono anche le stelle, ci si chiude in casa alle 22 di sera, dove il menefreghismo conta filiali in tutto il mondo, dove lo shopping si fa anche tra le nuvole... dove il mare del consumismo diventa spesso tsunami, dove le insicurezze prevalgono e sono in rialzo, mentre l'ansia sale per la paura di negarci qualcosa, in un'epoca dove le paure, i sentimenti, le emozioni, giocano per noi il ruolo di vinti, dove la scintilla della vera solidarietà si esprime solo in modo demagogico, su tutto questo, per quanto possa essere poco considerato, volteggia il tuo modo pacato di esprimerti, la semplicità delle descrizioni e dei temi trattati,un piccolo gioiello gentilizio, profondamente razionale. Ho preso la penna per una doverosa difesa di cui, per altro, non ne avevi bisogno. E allora? Il mio non è altro che un modo per farti i complimenti, per la tua semplicità, per il tuo piccolo mondo molto più esteso delle lungaggini verbali impostate e guidate. il mio intervento presso di te lo ritengo doveroso come i complimenti più sinceri.
    Un saluto
    Malles

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Malles, il tuo commento m'incanta!
      I miei scritti sono solitamente brevi, sono i frammenti di realtà e sovrapensieri che riesco a cogliere. Le mie creazioni sono minute, spesso sono ritagli di legno che sembravano inutili ma che rendo belli e preziosi (mi sento un po' maga!). Le mie fotografie sono attimi e scorci che mi ammaliano.
      Ho trovato la mia dimensione nelle piccole cose, inizialmente spinta da alcune necessità per scoprire presto di trovarmici a mio agio e commenti come il tuo mi emozionano perchè mi dicono che, se voi percepite le mie "cose" con tanta piacevolezza, questa dimensione è davvero ideale per me, il mio modo di essere e di comunicare!
      Un saluto e grazie, grazie mille!

      Elimina

Grazie della visita a tutti i curiosi!
Vi va di commentare ma non avete un account tra quelli proposti? Scegliete "Anonimo" e ricordate di firmarvi!
Se avete uno spazio web scegliete "Nome/URL" e inseritene l'indirizzo, così verrò a curiosare.
Scegliete un profilo e chiacchieriamo, se vi va!