venerdì 26 agosto 2016

LA DANZA DEL GIGLIO

Ho iniziato la mia nuova avventura artistica (la pirografia) cercando ispirazioni tra arte e fiori. Le prime sono arrivate dalle antiche civiltà greca ed egizia che con naturali ed ovvi ma affascinanti collegamenti mi hanno portato dall'acanto alle palmette e poi al loto ed al papiro.

Abbozzare appunti creativi dedicati a quelle piante ha richiamato nella mia mente altre forme floreali, usate decorativamente e simbolicamente in varie epoche. A suggerirmi idee per primo ed in svariati modi (è presente in molte culture ed epoche e con vari significati), è stato il giglio.

ISPIRAZIONE: giglio
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 7,5x14,5 cm circa
NOTE: finitura a cera

L'ispirazione per questo legnetto pirografato è doppia e riguarda due frasi lette sul "Florario" di Alfredo Cattabiani: una è l'accenno all'antica "danza del krinon" ossia la danza del giglio (riferitaci da Ateneo) e l'altra parla della dea Spes (Speranza) che nell'antica Roma «veniva rappresentata nelle sembianze di una donna che si raccoglieva il manto come per affrettarsi e teneva in mano il fiore prossimo a sbocciare».

Le suggestioni liliacee (lilium=giglio) sono quasi infinite ed alcune sono già abbozzate sui miei taccuini e quindi... arrivederci tra i prossimi post tra realtà e fantasia!

Anna

8 commenti:

  1. Ciao Anna, un percorso fra l'incisione a caldo del legno (arte che sembra riuscirti benissimo) e il racconto tra mito e leggenda, tra realtà e fantasia, con accenni interessanti della bellissima opera di Cattabiani.
    Grazie, buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Romualdo! Quel libro è davvero una chicca. Cerco di non attingere solo da lì ma è il primo posto dove vado a cercare pensando ai fiori! Tra tot. post artistici proporrò alla casa editrice una riedizione illustrata hahaha...
      Felicissima del tuo apprezzamento, un abbraccio!

      Elimina
  2. Ciao Anna, tutti i tuoi legnetti pirografati sono superlativi e questo legnetto è veramente delizioso. Non mi stupisce che tu abbia tratto ipirazione da "Florario" il capolavoro di Alfredo Cattabiani, che ammiro e consulto spesso anch'io.
    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kirilù, grazie per i complimenti! Questo "Florario" ha proprio spopolato tra i miei amici... in effetti è un gioiellino di libro per gli amanti di fiori e curiosità!
      Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  3. Questa è un'arte bellissima che piacerebbe intraprendere anche a me :) bravissima Anna!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Valentina, prima di addentrarmici avevo sentito parlare di pirografia solo da una persona, poi ho scoperto che in molti la conoscono e ne sono incuriositi ma in pochi ci si buttano! Se finirai col cedere alla tentazione non mancare di farmi vedere i risultati eh!

      Elimina
  4. Utilissime le pubblicazioni di Cattabiani e bellissima la tua opera !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Costantino, ti ringrazio e saluto con un po' di ritardo... causa vacanza! A presto tra ispirazioni di viaggio e non.

      Elimina

Grazie della visita a tutti i curiosi! I commenti sul blog sono aperti a chiunque: scegliete un profilo e chiacchieriamo, se vi va!