lunedì 2 febbraio 2015

SALUTANDO IL MONDO DI MARC CHAGALL

(UN POST DEL PASSATO CHE HO VOLUTO "REASTAURARE" E RIPROPORRE, PER I VECCHI AMICI ED I NUOVI CURIOSI!)

Non mi piace imitare e non ho mai avuto precisi miti di riferimento. Mi contagia ogni spunto, lasciando che manualità e fantasia interpretino con più naturalezza possibile.


Titolo: SALUTANDO IL MONDO DI MARC CHAGALL
Dimensioni: 9x19 cm circa
Tecnica: pastelli ad olio su carta

Le idee non nascono dal nulla, ci vengono sempre suggerite da cose viste, lette, sentite. Ne sono convinta e mi piace stupirmi dei meccanismi con cui nascono le creazioni.

Inoltre mi piace scoprire similitudini, provando la sensazione d'aver condiviso pensieri e suggestioni con conoscenti ma anche con sconosciuti, tramite "magici" linguaggi e misteriose vie di comunicazione.

Mi capita di leggere monografie su degli artisti e di ognuno mi affascina o incuriosisce qualcosa. Mi venuta voglia di far interpretare questi "qualcosa" alla mia mano ed in questo post vi mostro un'ispirazione/omaggio ad uno di questi grandi artisti: un saluto al mondo di Marc Chagall, ispirandomi al suo dipinto "Il commerciante di bestiame".

Miti ed ispirazioni, nel lavoro e nelle passioni, chissà quali sono i vostri, amici o sconosciuti che state curiosando tra i miei post...

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

27 commenti:

  1. Un'interpretazione molto originale..la margherita è la ruota del carro,la luna per le corna forse, fatto è che sei molto brava.Nei miei lavori: quando dipingo tengo presente diversi artisti, per cercare di ottenere certi risultati, ma non saprei dire un "qualcuno" in paticolare.In passato però, posso dire che le sensazioni comunicate da Leopardi, mi coinvolgevano moltissimo durante la mia adolescenza: e l'ho sentito molto vicino a me.
    Ciao Anna, buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. conosci le vetrate della chiesa di Fraumünster a Zurigo di Chagall di cui mi colpiscono sempre i colori (come il rosso del "Commerciante di bestiame") ?

    complimenti e ciao a presto Andrea

    RispondiElimina
  3. che idea particolare , molto ben realizzata, in modo veramente personale. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna! Bravissima come sempre... Grazie mille per aver partecipato al mio "Silver-Candy" e per lo spazio "promozionale" sul tuo blog... grazie, grazie, grazie. Un abbraccio Grande. A presto e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. Credo che provare ad imitare (artisticamente) qualcun altro sia un ottimo modo per scoprire noi stessi.

    RispondiElimina
  6. Paola: non sono stata così pignola, almeno non volontariamente: i fiori-ruote e la luna-corna sono un caso!
    Per l'ennesima volta scopro con piacere lo sguardo degli altri: da "non protagonisti" si nota sempre qualche particolare in più, o nuovi punti di vista. Grazie Paola e a presto!

    Andrea (Silenzi d'Alpe): ho visto solo delle fotografie ma sicuramente quando capiterò a Zurigo non mancherò di lasciarmi affascinare dal vivo.
    Un saluto e grazie!

    Felinità: mi fa molto piacere il tuo commento, visto che l'arte è una delle tue passioni!
    Ciao e a presto!

    Elisa: grazie a te! Incrocio le dita, ma la concorrenza sarà tanta...

    Errante: è una stimolante partenza! Ma un pessimo scopo. Bisogna essere molto aperti quando si imita, altrimenti si rischia di perdersi e poi può essere difficile ritrovarsi. Qualuno nemmeno s'accorge d'essersi perso!
    Comunque sì: fatto nel modo giusto è una bella lezione.

    RispondiElimina
  7. Molto bello questo esperimento!

    RispondiElimina
  8. più che miti, esempi. I miti sono sempre un po' irraggiungibili...

    RispondiElimina
  9. un lavoro delizioso, riempie gli occhi di stupore!

    RispondiElimina
  10. Alfa: grazie, anche a me piace tanto, l'idea mi attraeva molto ed il risultato mi ha davvero entusiasmata!

    Giardigno: giusto... sempre saggio!

    1000bolleblog (Andre e/o Elly): grazie per il delizioso commento, è una delle mie immagini che preferisco, sono felice che stupisca anche altri!

    RispondiElimina
  11. Fa proprio pensare a Chagall anche se è personalissimo!
    Mi torna un ricordo meraviglioso di quando facevo lo stage come disegnatrice tessile a Parigi ed avevo scoperto come andare all'Opera con l'equivalente di 7 euro... Ovviamente piazzata dietro un palo all'ultimo piano... Ma da li ci si poteva perdere a naso in sù nello splendido affresco di Chagall... Meraviglia!
    I miei miti??? Urka, troppi. Tutti e nessuno... L'ispirazione è in ogni cosa e tante persone hanno contribuito a migliorare il mondo con le loro opere e le loro vita!
    Un caro abbraccio, Cathy

    RispondiElimina
  12. Fata Bislacca: doppio spettacolo!!
    Cara Cathy, siamo sulla stessa sintonia su miti e fonti d'ispirazione: basta guardarsi intorno e lasciarsi incuriosire! Certo all'Opera dev'essere stato particolarmente facile, nonostante la colonna di mezzo...

    RispondiElimina
  13. Hihihi!!! La necessità aguzza l'ingegno... dicono....

    RispondiElimina
  14. Direi proprio di sì, cara Fatina!

    RispondiElimina
  15. Un Placer haber descubierto tu trabajo que es excelente! Felicitaciones!
    Un saludo desde Argentina
    Virginia Palomeque

    RispondiElimina
  16. Benvenuta Virginia, grazie del bellissimo commento!

    RispondiElimina
  17. Ciao Anna, piacere di conoscerti e di scoprire il tuo poetico universo...

    RispondiElimina
  18. Risposte
    1. Grazie mille Cavaliere, buona giornata a te! :-)

      Elimina
  19. Chagal mi ha sempre affascinato per questo altalenarsi tra realtà e fantasia e il tuo dipinto ne è una degna dimostrazione.
    Mi piace moltissimo, complimeti mia cara.
    Un bacio serale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooops! Mi ero persa il tuo commento Nella, che distratta! Sono contenta che questa doppia dose di realtà e fantasia ti piaccia, un bacione!

      Elimina
  20. Un modo originale e personale per la realizzazione dell'opera.
    Buona serata
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rakel, grazie del bel commento e buona serata (o buona notte) anche a te!

      Elimina
  21. ho lasciato il mio commento sul post successivo. ciaooo Anna e complimenti di cuore per questo tuo suggestivo modo di "far proprie" le emozioni già provate da altri. ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, grazie di essere venuta a curiosare! E del bel commento. Un abbraccio!

      Elimina
  22. Marc Chagall ti ha ispirato benissimo, un lavoro bellissimo Anna ! Abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie della visita a tutti i curiosi! I commenti sul blog sono aperti a chiunque: scegliete un profilo e chiacchieriamo, se vi va!