ITALIA-SVEZIA: SANTA LUCIA E I LUSSEKATTER

13 dicembre, Santa Lucia

Piacendomi diverse band svedesi, mi è capitato di curiosare riguardo la loro terra. Mi sono così imbattuta anche nei tradizionali dolcetti preparati per festeggiare Santa Lucia, chiamati "lussekatter" o "lussebullar": sono i "gatti di Lucia", credo per la loro tradizionale forma ad "S" che ricorda un gatto accoccolato. Potrebbero anche rappresentare gli "occhi di Lucia", protettrice della vista. Personalmente preferisco la prima versione, comunque eccoli qua, belli gialli (grazie allo zafferano, che io adoro) ad illuminare le festività invernali!
Tornando alla musica, vi dico anche che in Svezia esiste una tradizionale canzone per questa festa, che immagino faccia molto piacere a Santa Lucia, visto che è legata alle sue origini italiane: non è che un adattamento della famosa "Santa Lucia" napoletana! Se siete curiosi, ovviamente su YouTube trovate qualche video.
Ma ora correte a preparare i fantastici dolcetti e festeggiare una volta in più nel mese di dicembre!


Questa ricetta è la "mia", non perchè l'abbia rivisitata ma perchè tra le tante piccole varianti non so quale sia la "più tradizionale" o perfetta. Io vi propongo di fare così...

Amalgamante 500-600g di FARINA
100g di ZUCCHERO,
LIEVITO DI BIRRA, un panetto di quello fresco o una bustina di quello secco. Se avete proprio un gran fretta potete usare quello a lievitazione istantanea, vengono comunque più che accettabili.
1g di ZAFFERANO
80g di UVETTA fatta ammollare (tenetene da parte una parte per decorare)
1 UOVO (poi ne servirà dell'altro per spennellare)
100g di BURRO sciolto
q.b. LATTE tiepido.

Una volta che tutto è ben impastato lasciate lievitare (a meno che abbiate usato il lievito istantaneo, ovviamente) in un posto teipido e al riparo dall'aria per almeno un'ora.
Dividete in circa 15 parti, fatene dei biscioni ed arrotolatene i due capi in senso opposto, ottenendo delle "S".

Decorate i centri delle spirali con l'uvetta tenuta da parte e spennellate con dell'UOVO.

Infornate a 200° per 15 minuti circa.

N.B. se li assaggiate ancora caldi o un poco riscaldati sono ancora più gustosi!

Prima di concludere permettetemi una dedica, alle due Lucia che conosco: la mia sorellona e una blogger che, per di più, coi gatti ha molto a che fare! Scrive dei post eccezionali (no, tranquilli, non sono monotematici sui gatti) sul blog a questo indirizzo: http://felinita.blogspot.com

Sperando di avervi incuriositi e ingolositi vi do l'arrivederci al prossimo post!

Anna

Commenti

  1. Condivido l'apprezzamento per il blog di Felinità, un blog molto bello che seguo con piacere ed interesse.
    Buona serata,Costantino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona serata anche ate Costantino e speriamo che passino di qua anche tante persone che ancora non la conoscono!

      Elimina
  2. mitici : gatteschi e luceschi miaoooùùùùùùùùùùù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gnam gnam gnam!!! Uh, devo aggiungere un dettaglio alla ricetta: con una scaldatina sono ancora più spettacolari!!!
      Ciao amica gattosa e buona domenica!

      Elimina
  3. non li conoscevo ma penso proprio che siano una bontà. sempre bello vedere le ricette di altri paesi, soprattutto se sono dolci :)) buona serata, ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea, benvenuto tra i miei blog! :)
      Io trovo questi dolci deliziosi, sono molto semplici ma lo zafferano li rende particolari, quindi possono anche non piacere... Ma sono assolutamente da provare!

      Elimina
  4. Ciao Anna che belli,a vederli mi danno l'idea della morbidezza del marzapane,anche il fatto che siano molto colorati,deve essere lo zafferano!Io sono una cuoca proprio frana ma ci proverei! Ti diro'!!!
    Vado a vedere il blog felino!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie della visita a tutti i curiosi!
Vi va di commentare ma non avete un account tra quelli proposti? Scegliete "Anonimo" e ricordate di firmarvi!
Se avete uno spazio web scegliete "Nome/URL" e inseritene l'indirizzo, così verrò a curiosare.