mercoledì 22 giugno 2011

VECCHIE CARTOLINE E NUOVI COLORI (TORRE DI S.QUIRICO AD AZZATE)

"In questa foto dove siete?"
"Siamo su a San Quirico!"
"E la torre? Non l'ho mai vista..."
"Son venute su le piante, da qua non si vede più ma penso ci sia ancora. Han comprato il terreno, è recintato e hanno costruito, forse ci coltivano... Non si arriva più fino in cima... Chissà se ad andar su si vede ancora qualcosa..."

Da qua solo la strada ed alberi troppo cresciuti.
Da dietro uno spiraglio che dura un istante.
Da laggiù la vista è finalmente ampia ma Lei è più lontana di una vecchia fotografia sbiadita.
Torno a casa, rovistare nella scatola dei ricordi.


Ho trovato una vecchia cartolina, un album coi fogli ancora bianchi, una penna e dell'inchiostro nero (appartenuti ad un ragazzo oramai grigio).
Qualche colore l'ho aggiunto io.
Così è nato un altro scarabocchio tra realtà e fantasia!

Arrivederci al prossimo post!

Anna

P.S. (martedì 18 febbraio 2014)
Rileggendo questo post mi è venuto da notare che solitamente è un male se l'architettura ruba spazio alla preziosa natura ma stavolta è quasi un peccato che la natura abbia preso il sopravvento!

14 commenti:

  1. E caminhar entre a realidade e a fantasia, sempre resulta em lindos trabalhos. Este esta particularmente delicado. Lindo

    RispondiElimina
  2. I viaggi tra realtà e fantasia sono i più belli!

    RispondiElimina
  3. Talvolta fra realtà e fantasia c'è solo un labile confine e la memoria spazia indisturbata.

    RispondiElimina
  4. Mariacininha: grazie! ^____^

    Costantino: già, perchè fare a meno di una delle due?

    Krilù: sì, labile ma vastissimo!

    Felinità: grazie cara, ciaooooo!

    RispondiElimina
  5. I ricordi... a me lasciano spesso un gusto dolce-amaro.
    A volte prevale la dolcezza, e allora è bello!

    E la torre sembra così irraggiungibile, a volte! ;-)

    Un abbraccio!

    :) :) :)

    RispondiElimina
  6. Milo: sì, quasi sempre dolce-amaro! A volte, cambiando il punto di vista, cambia anche la proporzione tra le due sensazioni... a me piace osservare da varie direzioni e quando trovo il punto migliore cerco di non dimenticarmelo!
    Baci, a presto!

    Giardigno: colori vecchi e colori nuovi... ognuno di essi bello a suo modo!

    RispondiElimina
  7. Caspita, mi era sfuggito questo post.
    Che belle cartoline fantasiose e di antichi ricordi.
    -----
    Perchè Anna non ti inserisci come fellowers nel mio blog
    http://lavostraarte,blogspot.com
    Potresti essere selezionata per una mia china fantasiosa entra settembre e conoscere altri artisti con la propria creatività ciaooooooooo

    RispondiElimina
  8. Hai ragione... fatto! Ora lo seguo! Tra corse e distrazioni qualche blog mi sfugge, brava che me l'hai fatto notare.
    Arrivederci!

    RispondiElimina
  9. Quanto poco basta a cambiare un paesaggio!

    RispondiElimina
  10. Ops, sono rimasta un po' indietro coi commenti... un po' troppo davvero, stavolta!!!

    RispondiElimina
  11. Cara Anna, ho seguito le tue indicazioni e sono venuta a visitare i tuoi post su Azzate. Che belle le tue cartoline e i pensieri...ora vado a vedere l'altro tuo blog!
    a presto :=)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A presto Cristina, grazie della curiosata! :)

      Elimina

Grazie della visita a tutti i curiosi! I commenti sul blog sono aperti a chiunque: scegliete un profilo e chiacchieriamo, se vi va!