mercoledì 25 maggio 2011

Con le mani sporche

Giocando, i bambini si sporcano le mani. Esplorando, i curiosi si sporcano le mani. Creando, gli artisti si sporcano le mani.
Sono andata a sporcarmi le mani di pratiboschi terra. Di ali di farfalle e petali di fiori. Di vecchi sentieri ed antiche mura.


Cosa farmene, ora,
dei ranuncoli d'oro,
dell'azzurro del cielo,
del verde dei pini
e di tutti gli altri colori?
Ho imparato a disegnare
ricalcando il volo delle rondini
e ne ho riempito gli spazi.

Gioco dipingendo la realtà con un po' di fantasia... arrivederci tra i prossimi post!

Anna

14 commenti:

  1. Qunata poesia in questo dipinto, iniziando dalle parole che lo descrivono fino ai suoi colori accostati armoniosamente.
    Mani colme di creativitàle tue.

    Ciao Gabriella

    RispondiElimina
  2. che bello Anna! mette tanta gioia e scalda il cuore

    P.S. mi piace la nuova veste grafica

    RispondiElimina
  3. ciao Anna
    bentornata

    ^___^

    ha dei colori stupendi

    RispondiElimina
  4. ciao Anna
    rieccomi
    l'altra sera pensavo che il commento non fosse passato... mi comunicava errore... invece è tutto ok
    buon weekend ^____^

    RispondiElimina
  5. Grazie Gabriella, Erika e Pupottina, a me questa illustrazione piace tantissimo (modesta!) e sono strafelice che emozioni anche voi... abbraccioni e a presto!

    RispondiElimina
  6. Ciao Anna. Sei stata a lungo assente ma sei tornata davvero alla grande con questo dipinto che sprizza gioia ed armonia.

    RispondiElimina
  7. Una stupenda illustrazione,accompagnata da un testo altamente poetico.
    Grazie,Costantino

    RispondiElimina
  8. Krilù, Costantino... in questo post ho messo tantissimo cuore e i vostri commenti entusiasti mi rendono molto felice! Grazie e a presto.

    RispondiElimina
  9. ciao Anna
    sì, in quell'occasione gli uomini si sono mantenuti calmi, mentre lo scarafaggio ha movimentato un po' la serata... io ero paralizzata dallo schifo che provo quando ne vedo uno, mentre Kevin si accertava che non mi volatilizzassi... eheheheh
    buon proseguimento ancora pieno di colori... ;-)

    RispondiElimina
  10. evviva le scoperte !!!
    evviva le mani sporche !!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Anna! :) :) :)

    Toccare. Dei cinque sensi il tatto è forse il meno considerato.
    Eppure è grazie a lui che si riesce a riprodurre e "ricreare" ciò che si è appreso dagli altri sensi.
    Con un pennello tra le dita, con l'argilla impastata nelle mani, con una piccola matita colorata in una mano ed il foglio bianco, un po' ruvido al tatto, tenuto fermo dall'altra. E poi ecco che il bambino appoggia la punta colorata sulla carta, esercita una leggera pressione, e ricomincia il viaggio...

    Un abbraccio!

    :) :) :)

    RispondiElimina
  12. Giardigno: SÌÌÌÌÌÌÌ!!! Evviva i giochi!!!

    Milo: la tua considerazione sul tatto non fa una piega.
    E, anche per noi grandi, disegnare è un modo per viaggiare! Sai quanti ne faccio, ricordando e reinventando...
    Ciao, bacioni!
    ^____^

    RispondiElimina
  13. Ma che meraviglia! Sia la poesia sia il tuo dipinto... danno proprio voglia di sporcarsi e risporcarsi le mani in allegria! Cathy

    RispondiElimina
  14. Cathy, io amo particolarmente questa illustrazione e il fatto che tu l'abbia notata mi fa mooolto piacere!
    Un bacione, a presto!

    RispondiElimina

Grazie della visita a tutti i curiosi!
Vi va di commentare ma non avete un account tra quelli proposti? Scegliete "Anonimo" e ricordate di firmarvi!
Se avete uno spazio web scegliete "Nome/URL" e inseritene l'indirizzo, così verrò a curiosare.
Scegliete un profilo e chiacchieriamo, se vi va!