giovedì 22 settembre 2016

COME UN GIGLIO CHE CHINA IL CAPO

"...ha il collo lungo sempre languido incapace di sostenere il peso del capo"

È questa l'ispirazione che mi ha stuzzicato le idee per il secondo legnetto a tema "liliacee" e si tratta, come per la precedente creazione pubblicata, di un frammento di una frase riportata da Alfredo Cattabiani nel suo Florario, stavolta una frase di Plinio.


ISPIRAZIONE: giglio
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 7,5x14 cm circa
NOTE: finitura a cera

Cattabiani cita Plinio anche per accennare alla vicinanza odorosa tra giglio e rosa e solo una decina di giorni fa proprio quella fragranza mi ha colpita: ero entrata in una chiesa per ammirarne le decorazioni e sono invece stata travolta dalla dolce invadenza dei bianchi gigli nei pressi dell'altare, il cui profumo riempiva l'ambiente fino all'ingresso.
Non era la prima volta che sentivo quell'odore ma non l'avevo mai fissato nella mente ed è speciale che ciò sia avvenuto durante le vacanze tra due legnetti di liliacea ispirazione, quello precedente e quello che vi sto mostrando in questo post.

Ed ora, ancora ispirata da fotografie, letture e fragranze, vi do l'arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...