venerdì 13 dicembre 2013

ITALIA-SVEZIA: SANTA LUCIA E I LUSSEKATTER

13 dicembre, Santa Lucia

Piacendomi diverse band svedesi, mi è capitato di curiosare riguardo la loro terra. Mi sono così imbattuta anche nei tradizionali dolcetti preparati per festeggiare Santa Lucia, chiamati "lussekatter" o "lussebullar": sono i "gatti di Lucia", credo per la loro tradizionale forma ad "S" che ricorda un gatto accoccolato. Potrebbero anche rappresentare gli "occhi di Lucia", protettrice della vista. Personalmente preferisco la prima versione, comunque eccoli qua, belli gialli (grazie allo zafferano, che io adoro) ad illuminare le festività invernali!
Tornando alla musica, vi dico anche che in Svezia esiste una tradizionale canzone per questa festa, che immagino faccia molto piacere a Santa Lucia, visto che è legata alle sue origini italiane: non è che un adattamento della famosa "Santa Lucia" napoletana! Se siete curiosi, ovviamente su YouTube trovate qualche video.
Ma ora correte a preparare i fantastici dolcetti e festeggiare una volta in più nel mese di dicembre!


Questa ricetta è la "mia", non perchè l'abbia rivisitata ma perchè tra le tante piccole varianti non so quale sia la "più tradizionale" o perfetta. Io vi propongo di fare così...

Amalgamante 500-600g di FARINA
100g di ZUCCHERO,
LIEVITO DI BIRRA, un panetto di quello fresco o una bustina di quello secco. Se avete proprio un gran fretta potete usare quello a lievitazione istantanea, vengono comunque più che accettabili.
1g di ZAFFERANO
80g di UVETTA fatta ammollare (tenetene da parte una parte per decorare)
1 UOVO (poi ne servirà dell'altro per spennellare)
100g di BURRO sciolto
q.b. LATTE tiepido.

Una volta che tutto è ben impastato lasciate lievitare (a meno che abbiate usato il lievito istantaneo, ovviamente) in un posto teipido e al riparo dall'aria per almeno un'ora.
Dividete in circa 15 parti, fatene dei biscioni ed arrotolatene i due capi in senso opposto, ottenendo delle "S".

Decorate i centri delle spirali con l'uvetta tenuta da parte e spennellate con dell'UOVO.

Infornate a 200° per 15 minuti circa.

N.B. se li assaggiate ancora caldi o un poco riscaldati sono ancora più gustosi!

Prima di concludere permettetemi una dedica, alle due Lucia che conosco: la mia sorellona e una blogger che, per di più, coi gatti ha molto a che fare! Scrive dei post eccezionali (no, tranquilli, non sono monotematici sui gatti) sul blog a questo indirizzo: http://felinita.blogspot.com

Sperando di avervi incuriositi e ingolositi vi do l'arrivederci al prossimo post!

Anna
 Continua la lettura...

martedì 10 dicembre 2013

BIGLIETTI - Dopo i luccichii, gli appiccichii!

Era un'altra piccola idea in cantiere per il futuro, poi un'amica me l'ha chiesta per questo Natale e allora eccola realizzata al volo...

I bigliettini di qualche post fa sono pronti anche in versione chiudipacco adesivi!

Per chi non ha la fantasia, la voglia o il tempo di scrivere dediche ma non vuole fare confusione con i regali...

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

venerdì 6 dicembre 2013

I LEGNETTI - PRIMI LUCCICHII D'ARGENTO



Dopo il post precedente ci ho preso gusto, spero si intuisca dall'immagine: niente bianco ma pennellate argentate!

Una cosa su questa creazione posso affermarla: è piccina, come tutti i "LEGNETTI". Avete fatto le proporzioni coi cioccolatini?
Di più non saprei dire: come sempre mi piace che ognuno la interpreti come vuole. Che la troviate semplice, raffinata, simpatica, elegante, moderna, vecchio stile o in qualsiasi altro modo a me andrà bene. Anzi, più le impressioni saranno varie, più sarò contenta! Ho sempre odiato le classificazioni, spero di essere riuscita anche stavolta a metterci un po' di tutto. Magari anche un po' di me...

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

martedì 3 dicembre 2013

SANSEPOLCRO E LA PICCOLA REPUBBLICA

Probabilmente avrete già sentito nominare Sansepolcro. Forse l'avrete sentito definire "il paese di Piero della Francesca". Giusto: Piero nacque intorno al 1415 a Borgo San Sepolcro. E il nome del borgo, da dove ha origine? Da una mitica storia...


Per scoprire quella storia e molte altre curiosità (mai sentito parlare di Cospaia?) e per gustare le fotografie in grande, cliccate QUI! Vi aspettano anche i racconti di tanti altri amici, sul blog "I VIAGGGIATORI IGNORANTI"!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...