lunedì 29 luglio 2013

TEMPO VARIABILE, EVVIVA L'ESTATE!

Sabato siamo andati in montagna per scappare dalla calura. Peccato che avendo improvvisato ed essendo del tutto fuori allenamento non siamo arrivati troppo in alto, intorno ai 1500 metri s.l.m. Non era freschissimo ma si respirava decisamente meglio! E i panorami molto belli, anche se un po' sfumati dalla foschia.


Invece oggi, lunedì, ci siamo trovati ancora più al fresco senza alcuno sforzo, restando sulla nostra collina, circondati dai temporali!


Le prime due foto sono state scattate lungo il sentiero che va da Miazzina al rifugio Pian Cavallone. Nell'ultima invece si vede il campanile di Azzate, il paese in cui vivo.

Evviva l'estate! Sì, quando c'è l'afa si fatica a respirare. Sì, a volte il maltempo fa grandi danni. Ma a me l'estate "suona giusta" così: un alternarsi di sole e temporali, sudore e pelle d'oca. Comunque sia: buona estate a tutti!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

mercoledì 24 luglio 2013

CHI PARTE MALE PUÒ FINIRE BENE: QUATTRO PASSI A MERGOZZO

Il telefono squillava. Era mia sorella che proponeva una gita pomeridiana, in un posto con vista spettacolare sul lago Maggiore. Ma alla fine è su un altro lago che siamo finiti...


Per scoprire di che bel luogo si tratta cliccate QUI e venite a trovarmi sul "I VIAGGIATORI IGNORANTI", un blog a cui collaboro insieme a tanti amici che hanno tante altre cose interessanti da mostrare e raccontare!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

lunedì 22 luglio 2013

CALDO O FREDDO? ZUCCHINE RIPIENE VERSATILI!

Se leggerete questa ricetta appena pubblicata non scoraggiatevi: è piena estate e vi faccio accendere forno e fornelli ma potete preparare questa pietanza al fresco, la sera tardi o la mattina presto e poi gustarla a freddo. Anche il giorno dopo è buonissima, anzi, forse anche di più! Ed è ottima anche come piatto caldo, nelle giornate meno afose o negli altri periodi dell'anno.


Premessa: gli ingredienti sono un po' approssimativi: come spesso accade è tutta questione di gusti!

Dividete le ZUCCHINE in tronchetti di circa 5cm.
Svuotate i tronchetti (io li scavo con un pelapatate), metteteli a bollire per pochi minuti in acqua leggermente salata e tritate, invece, la polpa.

Preparate un soffritto di CIPOLLA, aggiungete del POMODORO e cuocete circa 10 minuti.
Aggiungete qualche ciuffetto di PREZZEMOLO.
Spegnete il fuoco e unite la polpa di zucchina precedentemente tritata,
del PANGRATTATO (15-20g per ogni tronchetto),
1 UOVO ogni 6 tronchetti (più o meno),
SALE e PEPE.
Se non siete a dieta ci sta molto bene (ovviamente, direi) anche del PARMIGIANO grattuggiato. Ma sono niente male anche senza!

Mettete i tronchetti in piedi, in una pirofila. Riempiteli (una siringa, da cucina ovviamente, è decisamente d'aiuto) col composto ottenuto.

Infornate per 20-30 minuti a 180-200°.

Domandona: ma se la zucchina era già piena zeppa della sua polpa come fa, poi, a starci di nuovo la polpa più tutto il resto? Beh, ci starà più sostanza di quel che può sembrare, comunque: "carta forno + ripieno avanzato nella siringa = tante rosette"! Infornate anche loro e... Voilà! Buon appetito!

Arrivederci al prossimo post!

Anna
 Continua la lettura...

domenica 21 luglio 2013

ILLUSTRAZIONI VARIE - CON LA TESTA E CON IL CUORE

Tecnica mista - 21x25,5cm
Uno dei grandi dilemmi della vita: usare la testa o il cuore? Io mi chiedo: chi ha inventato che bisogna scegliere? Non sono organi separati, comunicano, eccome!

Con questa illustrazione ho partecipato a "SULL’AMARE - selezione ILLUSTRATI settembre 2013". Chi vuole saperne di più (ogni qualche mese c'è un nuovo tema!) può visitare la pagina facebook "ILLUSTRATI" cliccando QUI. Nelle note trovate i temi e negli album di foto trovate le tantissime belle immagini che hanno partecipato.

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna
 Continua la lettura...

lunedì 8 luglio 2013

DOVE CADEVA LO SGUARDO, AD AOSTA.

Una vasta piazza alle spalle della quale, tutt'intorno, spuntavano le montagne: è l'unico ricordo preciso che avevo di questa città, andando a cercare nella mia pessima memoria fino ai ricordi di una gita fatta alle scuole elementari.
Ecco quella piazza ritrovata quasi trent'anni dopo, perchè il ricordo era solo un frammento ma la sensazione di quel frammento era così piacevole ed intensa che ho voluto riprovarla dal vivo e quindi: gita ad Aosta!


Questa è solo un'anteprima! Se vi incuriosisce potete leggere il post intero e vedere una per una le foto del collage venendo a trovarmi su "I VIAGGIATORI IGNORANTI"!

Cliccate QUI per leggere, guardare, commentare il mio post e poi curiosate tra i tanti articoli degli altri viaggiatori!
 Continua la lettura...